venerdì, 15 dicembre 2017  

Domiciliari per Mauri, Milanetto e Gritti. Ma il laziale negli interrogatori ha mentito.

di Matteo Talenti - Nel giorno dell’interrogatorio di Ruopolo, Conteh e Joelson, il gip di Cremona, Guido Salvini, ha deciso di concedere gli arresti domiciliari a Stefano Mauri e Omar Milanetto nell’ambito dell’inchiesta sul calcioscommesse. Lo stesso provvedimento è stato preso per Matteo Gritti. Obbligo di firma, invece, per Ivan Tasci. Revocati i domiciliari per Daniele Ragone, commercialista di Luigi Sartor.

Sembrava sempre più critica la posizione di Stefano Mauri. Si riteneva che il giocatore della Lazio aveva mentito a Palazzi nella sua audizione negando l’evidenza e ritrattando poi messo alle strette. Il suo principale problema resta una scheda telefonica intestata a Samanta Romano ma utilizzata dal centrocampista biancoceleste per contattare, ben 435 volte, Zamperini.

La sim incriminata, attiva tra il 12/4/2011 e il 16/07/2011, spunta improvvisamente nell’inchiesta tra quelle che contattano Zamperini, uomo chiave dell’indagine e contatto principale con il clan degli zingari, e aggancia spesso la cella telefonica vicina al campo di allenamento della Lazio.
Secondo gli investigatori la carta sarebbe stata attivata da Samanta Romano per conto di Luca Aureli, titolare di un’agenzia di scommesse, e sarebbe stata poi utilizzata da Mauri per “contatti illeciti tesi ad alterare le partite di calcio”.

Sempre secondo lo Sco – Servizio Centrale Operativo della polizia – “tra le 12.42 e le 12.45 del 14 maggio, giorno di Lazio-Genoa, tutte le utenze cioè quelle di Zamperini, Ilievski e Samanta Romano, venivano localizzate nella zona adiacente al centro sportivo SS Lazio di Formello”. I tre quindi si sarebbero sentiti proprio a qualche ora dalla partita per definire i dettagli della combine.

Non bastasse, Mauri ha da subito mentito, rispondendo agli inquirenti. Inizialmente dicendo di non amare le scommesse, poi di fronte all’evidenza delle prove confessando: “la scheda mi serviva per giocare su basket e tennis”.

Mauri ha anche negato di conoscere Aureli, con cui, invece, risultano 9 telefonate dirette. Il legale di Aureli afferma il suo assistito era grande amico del calciatore.

URL breve: http://www.oltrequotidiano.com/?p=21047

Scritto da p.paolopaoletti@libero.it il giu 4 2012. Registrato sotto In evidenza. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. I commenti sono terminati ma puoi seguirli dal tuo proprio sito.

Commenti terminati





Galleria fotografica

Ordine dei Giornalisti Unione Stampa Sportiva Italiana Federazione Italiana Editori Giornali Federazione Nazionale Stampa Italiana
Oltre Quotidiano online - Direttore Paolo Paoletti

Iscrizione al Tribunale di Napoli n. 60/2008 del 10/06/2008

Officina 99 Napoli Produzioni & Edizioni S.r.l. - P. I.V.A. 07392700634
Viale Maria Cristina di Savoia, 18/a - 80122 Napoli
Collegati