lunedì, 26 giugno 2017  

USA 2012: Obama, vantaggio al 51%. Santorum lascia, spazio a Romney.

Rick Santorum abbandona la corsa alla Casa Bianca, spianando la strada alla nomination di Mitt Romney come l’anti-Obama. L’ex senatore della Pennsylvania comunque assicura: “Continuerò a combattere” per la sconfitta dell’attuale presidente. Romney, con la nomination ormai a portata di mano, si congratula con Santorum per la campagna svolta: “Ha dimostrato di essere una voce importante per il partito e per il paese”.

L’ex speaker della camera, Newt Gingrich, sotto pressione da parte dei repubblicani per lasciare, invece ribadisce: “Resterò in gara fino alla convention di Tampa”. Santorum, in svantaggio nei sondaggi anche nel suo Stato, la Pennsylvania, cita i problemi di salute della figlia più piccola, Bella, per l’abbandono della corsa. “Abbiamo preso la decisione nel fine settimana: la campagna per me è finita, la sospendo da oggi, ma non smetterò di combattere” afferma Santorum, a Gettysburg, sito storico e cruciale della guerra civile americana. Nel suo discorso Santorum non nomina Romney: i due comunque probabilmente si incontreranno a breve, secondo indiscrezioni. Romney ha bisogno di recuperare il voto ultraconservatore evangelico, soprattutto negli Stati del Sud, dove Santorum si è invece affermato con forza.

Santorum ha vinto complessivamente 11 stati e ottenuto 3,2 milioni di voti contro i 4,6 milioni di Romney. Il ricovero di Bella “ci ha fatto riflettere”, aggiunge Santorum. Bella soffre di una rara malattia genetica e, da quando è iniziata la campagna, è già stata ricoverata in due occasioni per complicazioni. In tutte e due le occasioni, Santorum aveva sospeso la campagna elettorale per alcuni giorni, così da portele stare vicino. Romney resta così il candidato più probabile alla nomination repubblicana, anche se finora ha ottenuti solo il 60% dei delegati necessari. Nei prossimi appuntamenti si troverà a doversi scontrare solo con Ron Paul e Gingrich che, anche oggi, ha ribadito di non essere intenzionato ad abbandonare la corsa. “Sono impegnato a restare fino a Tampa” dice in un comunicato, nel quale invita i sostenitori di Santorum a visitare il sito Newt.org. “Siamo consapevoli che solo un conservatore può tutelare la vita, difendere la Costituzione, e riportare l’occupazione e la crescita economica”.

OBAMA IN VANTAGGIO SU ROMNEY, HA 51% – Il presidente americano, Barack Obama, è in vantaggio col 51% dei consensi sul candidato repubblicano alla Casa Bianca, Mitt Romney, che ha il 44%: lo dice un sondaggio condotto dal Washington Post e da Abc.Lo scontro fra i due è più acceso sui due temi che dominano la campagna elettorale, ovvero l’economia e l’occupazione, dove il vantaggio di Obama si riduce drasticamente. Romney ha un vantaggio a doppia cifra su Obama in merito alla gestione del debito pubblico, tema sul quale gli americani lo ritengono più adatto.

URL breve: http://www.oltrequotidiano.com/?p=20287

Scritto da p.paolopaoletti@libero.it il apr 11 2012. Registrato sotto Altri mondi, Dal Mondo. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. I commenti sono terminati ma puoi seguirli dal tuo proprio sito.

Commenti terminati





Galleria fotografica

Ordine dei Giornalisti Unione Stampa Sportiva Italiana Federazione Italiana Editori Giornali Federazione Nazionale Stampa Italiana
Oltre Quotidiano online - Direttore Paolo Paoletti

Iscrizione al Tribunale di Napoli n. 60/2008 del 10/06/2008

Officina 99 Napoli Produzioni & Edizioni S.r.l. - P. I.V.A. 07392700634
Viale Maria Cristina di Savoia, 18/a - 80122 Napoli
Collegati